Vuoi evitare di perdere i capelli in autunno? Proteggili quando vai al mare

Sono sicura che se potessi dare un’occhiata dentro la tua gigantesca borsa da mare troverei almeno 3 o 4 creme solari per il corpo

e nemmeno un prodotto per i tuoi capelli.

Sai perché lo so?

Perché da qualche anno a questa parte ho scoperto che tutti sanno che è importante proteggere la pelle dal sole,

ma in pochi sanno che questa stessa regola vale anche per i capelli.

Sono la dottoressa Ilenia Monopoli ed oggi voglio finalmente sfatare un mito,

non solo la pelle va protetta dai raggi solari, anche i capelli hanno bisogno di protezione.

Mettiamo la protezione ovunque, ma in testa mai, perché tanto la testa non si brucia, ci sono i capelli apposta.

Ma chi protegge i capelli da sole e salsedine?

A questo proposito voglio raccontarti una chiacchierata che ho avuto sotto l’ombrellone proprio l’anno scorso con una ragazza.

Anche io sono un’amante dell’estate,

ed in particolare adoro la pace e il profumo di salsedine del mare di fine settembre, quello con poca confusione.

Per questo mi concedo sempre qualche giorno di relax a settembre.

Un pomeriggio, mentre ero sotto l’ombrellone a leggere un libro,

non ho potuto fare a meno di notare che dopo tre mesi la mia vicina d’ombrellone aveva finalmente sciolto i capelli.

In tre mesi non l’avevo mai vista con i capelli sciolti, anche quando andava a fare il bagno li lasciava legati.

E così non ho potuto fare a meno di chiederle come mai  li avesse sempre legati.

Sai cosa mi ha risposto?

-“Per evitare che il sole me li rovini.

Di solito li porto sempre sciolti e fino a qualche anno fa anche al mare li portavo così,

poi però ho iniziato a notare che arrivato questo periodo i capelli diventano secchi come la paglia.

Spenti, come se avessi in testa la cenere.

E soprattutto arrivato il periodo delle castagne ne iniziavo a perdere un mucchio.

E così quest’anno per non farli rovinare ho pensato di tenerli sempre legati.”

A dire il vero questa sua risposta non mi aveva sconvolto più di tanto, ero abituata a risposte del genere.

E così le ho chiesto se avesse mai provato ad utilizzare una protezione specifica per i capelli

e questa volta sì che la sua risposta mi ha fatto mettere in allarme.

 -“Perché esistono delle protezioni specifiche per i capelli?” Mi ha detto.

Lì ho capito che in molti non sanno che anche i capelli vanno protetti.

I capelli vanno protetti dai:

– raggi uv che li opacizzano

-dalla salsedine che li inaridisce

-dal sebo e dal sudore che li appesantiscono.

I capelli non protetti adeguatamente perdono lucidità e morbidezza.

Per questo la mia vicina di ombrellone a fine estate li vedeva secchi e spenti.

Ma soprattutto è fondamentale proteggerli in estate per prevenire ed evitare la caduta autunnale.

Infatti l’esposizione al sole senza protezione genera un trauma al cuoio capelluto che è particolarmente sensibile.

Il sole se non filtrato provoca un indebolimento dei bulbi piliferi determinando così un aumento della caduta al cambio di stagione.

Quindi per evitare di ritrovarti a fine settembre con i capelli sfibrati e stressati

e per evitare di ritrovarli in giro per casa è importante proteggerli, così come fai con la tua pelle.

Ricordati che proteggere i capelli in estate significa limitare la caduta in autunno.

Legarli non è la soluzione adatta, anche i capelli hanno bisogno del sole, ma con le giuste precauzioni.

Per permetterti di proteggerli al meglio ho pensato di farti un’offerta esclusiva, valida fino al 30 maggio

Infatti se entro il 30 maggio acquisterai 1 fluido o 1 olio solare della linea Rene Furterer, riceverai in omaggio lo shampoo Trico 15 lavaggi frequenti.

Perché ti regalo proprio lo shampoo?

Per darti la possibilità di lavare i tuoi capelli con un prodotto delicato da poter utilizzare più volte durante la settimana, visto che in estate li lavi quasi tutti i giorni.

In particolare ci tengo a dirti che Trico 15 è uno shampoo

  • artigianale,
  • di origine vegetale,
  • a basso rischio di allergie,
  • senza conservanti,
  • senza sodio lauril solfato,
  • realizzato interamente in Italia, con materie prime di qualità.

Allora cosa aspetti? Ti aspettiamo in farmacia.

Per avere i tuoi omaggi ti basterà mostrare, con il tuo telefonino, questo messaggio alla dottoressa che ti servirà.

 

Dr. Angelo Labrozzi